Scarica la tua rivista!


image

Guidata dell’amministratore delegato Sergio Reniero, già direttore della safety business unit in Orion Group, la nuova Dike Srl proseguirà il percorso di crescita iniziato nel 2012, acquisendo in toto il marchio, il personale e l’organizzazione precedente.

L’esigenza di Orion Group di staccare il marchio Dike dalla S.p.A. e di optare per una gestione autonoma è la diretta conseguenza della costante crescita di volumi e fatturato che ha caratterizzato il segmento safety fin dal suo esordio: dagli 806 mila euro di fatturato del primo anno di attività, infatti, il marchio è cresciuto con una media del 70% l’anno, attestandosi nel 2013 a 1,862 milioni, nel 2014 a 3,590 milioni, nel 2015 a 5,544 milioni e nel 2016 a 7,377 milioni, mentre per il 2017 si prevede una chiusura attorno ai 9 milioni di euro. Un processo naturale, progressivo, sostenuto dal costante sviluppo del prodotto e dal significativo ampliamento della catena distributiva passata dai 670 clienti iniziali ai 4032 attuali, tra negozi di materiali edili, ferramenta e punti vendita specializzati, sia in Italia che in altri 34 Paesi, con un peso percentuale estero del 53% sul fatturato.

Il fattore alla base del successo del brand sta nell’originalità del progetto, che di fatto ha indotto una rivoluzione nel mondo dell’abbigliamento da lavoro e ha portato Dike a divenire il nuovo punto di riferimento di un segmento che prima non offriva che prodotti anonimi, standardizzati, focalizzati sul solo concetto dell’antinfortunistica e mai sulla personalità e sullo stile dei fruitori. Per primo, Dike ha studiato degli item colorati, di tendenza, leggeri e pratici, ma anche sicuri e resistenti. Prodotti caratterizzati da una tale cura nel dettaglio da farli equiparare alle collezioni dei brand della moda casual, ma anche e soprattutto sostenuti da brevetti di proprietà che li rendono innovativi per le altissime prestazioni.

Altro punto di forza è la distribuzione, capillare e rapida, con tempi medi di consegna di 48 ore resi possibili dalla produzione totalmente centralizzata delle calzature nello stabilimento di proprietà a Bagnoli di Sopra (Padova) e dell’abbigliamento rigorosamente nel distretto Veneto.

Un progetto che è diventato concreto e si è trasformato in pochi anni in un’impresa di eccellenza del “made in Italy”, con 200 mila paia di scarpe da lavoro e 50 mila capi di abbigliamento venduti solo nell’ultimo anno.

Dike Srl parte da qui, con la previsione di arrivare, nel medio termine, a raddoppiare ancora.

Ultime News

image
20/04/2018

La definizione di un progetto industriale, in ogni suo più piccolo componente, è fondamentale affinché il risultato finale sia preciso e risponda al meglio alle richieste inizi

...Leggi Tutto
image
20/04/2018

La rivoluzione del punto luce continua con AVE, che lo reinterpreta in ogni sua componente: dalle scatole da incasso fino alle placche di finitura. Ciascun elemento del punto luce è stat

...Leggi Tutto
image
19/04/2018

Sono sempre più allettanti le novità e le iniziative di Weber. Questa primavera, il leader mondiale del barbecue porterà a spasso i grill lover più determinati, per intr

...Leggi Tutto

L'ALMANACCO di Ferramenta2000

Ferramenta 2000- Magazine