Scarica la tua rivista!


image

Siete specializzati nella produzione di catene saldate in ferro e acciaio inox di piccole dimensioni. Quali sono i settori nei quali trovano applicazione i vostri prodotti in Italia?

Esatto, oramai da 47 anni siamo specializzati nella produzione di catena con diametri da 1,30 a 3,90 mm. I nostri settori di sbocco principali sono la ferramenta/fai da te e l’agricoltura. Vorrei ricordare, però, che la catena di piccole dimensioni ha svariati (e a volte i più impensati) utilizzi e diversi campi di applicazione. Si presta, infatti, ad essere utilizzata anche per delimitare aree o percorsi, collegare parti tra loro, sospendere a soffitto impianti, strutture, tubazioni, cartelli ecc.

 

Quanto incide l'export sul vostro fatturato?

Negli ultimi anni la quota export ha inciso mediamente per il 21% circa. Esportiamo abitualmente in Europa e sporadicamente anche nel bacino del mediterraneo.

 

In una precedente intervista lei ha affermato che la capacità di fornire anche piccole quantità con frequenze di riordino sempre più elevate è una leva di marketing fenomenale. Per quale motivo?

Notiamo che i clienti non vogliono fare magazzino e hanno quindi necessità di emettere ordini con consegne molto veloci e, a volte, anche di bassi quantitativi. Ritengo che sia superfluo stare a sindacarne il motivo. Come azienda dobbiamo solamente rispondere pienamente a questa esigenza. Uno dei nostri obiettivi commerciali, infatti, è rispettare la data di consegna richiesta dal cliente in fase di emissione ordine. Monitoriamo questo dato con un indice che chiamiamo “di flessibilità”. Nella nostra concezione questo indice deve tendere allo 0. Il che significa fare in modo che la data di consegna che si aspetta il cliente coincida con quella promessa in fase di conferma d’ordine. Quasi sempre ci riusciamo di default. Quando invece la data richiesta di consegna è brevissima dobbiamo gestirla con la flessibilità del nostro processo. Per la puntualità invece, la data di consegna effettiva della merce rispetto a quella che indichiamo in conferma d’ordine, non abbiamo problemi. Più del 99% delle forniture avviene nei tempi promessi al cliente. La puntualità dei fornitori, nel mercato attuale, non è per nulla scontata e le aziende lo sanno… Diciamo che a noi piace invece mantenere quello che promettiamo.

 

Più in generale quali sono le altre leve di marketing da voi utilizzate per garantire la piena soddisfazione dei vostri clienti?

Le rispondo elencandole:

  •  Qualità dei prodotti: la nostra catena ha dimensioni dichiarate e garantite con tolleranze più ristrette rispetto a quelle della concorrenza. Nessuna sorpresa, quindi, tra le dimensioni nominali a catalogo e quelle effettive;
  • Costanza di qualità della fornitura: il nostro processo garantisce che la funzionalità della catena (forma della maglia, saldatura e  rivestimento esterno) siano sempre sotto controlloe questo ci consente di ottenere una qualità costante della catena dalla prima all’ultima maglia. In pratica funzionalità e design sono garantiti nel tempo;
  • Personalizzazioni: le nostre catene possono essere personalizzate per dimensioni, metrature e confezioni; in alternativa forniamo già il prodotto completo pronto per l’utilizzo finale. 
  • Prezzi competitivi: da sempre fabbrichiamo internamente i macchinari e le relative attrezzature e ogni giorno produciamo 35.000 metri di catena. Questo ci rende molto performanti a livello produttivo ma anche competitivi dal punto di vista del prezzo. In pratica, con la sola esclusione del rivestimento esterno della catena, facciamo tutto noi. Nessun costo commerciale aggiuntivo, quindi, e…risparmio garantito!

 

Quanto è importante l'innovazione in un prodotto "maturo" come la catena?

È vero, la catena è un prodotto maturo e spesso ritenuto povero e senza valore aggiunto. Questa scarsa considerazione ha portato a valutare la catena solo per l’aspetto economico. Personalmente ritengo che non è e non debba essere così. Per produrre una catena di ottima qualità a monte servono organizzazione, tecnologia ed efficienza produttiva. Per dirlo in una sola parola servono investimenti. Negli ultimi anni abbiamo infatti investito molto nel rinnovare la tecnologia del nostro parco macchine con l’obiettivo di aumentare l’efficienza di processo e ridurre i costi di produzione e, allo stesso tempo, innalzare la qualità della catena prodotta e tenere forma e saldatura della maglia sempre più sotto controllo e affidabili. La nostra “innovazione”, quindi, sta nel differenziarci dalla concorrenza offrendo una catena di qualità superiore ad un prezzo competitivo. Aggiungo che un prodotto può anche essere maturo ma deve sempre e comunque essere vendibile. Il trend in costante aumento dei nostri fatturati degli ultimi anni ne è una dimostrazione. L’importante è stare sempre all’erta per cogliere le esigenze del mercato, sia di prodotto ma anche per quanto riguarda il servizio.

 

Può dirci su cosa ha investito la sua azienda di recente?

Un altro nuovo investimento è stato il raggiungimento della certificazione ambientale per la nostra organizzazione secondo le norme UNI EN ISO 14001:2015. Crediamo e vogliamo vivere infatti in un mondo migliore, più pulito e sostenibile. Ecco perché abbiamo organizzato i nostri processi per ottenere un bassissimo impatto ambientale e assicurare che tutti i nostri prodotti siano sempre sicuri e non pericolosi. Il prezzo è importante, ma lo è anche sapere di acquistare prodotti in completa sicurezza!

 

Quanto è strategico per voi il canale della Ferramenta e come sta performando?

Il canale ferramenta è molto importante per il nostro mercato e lo serviamo direttamente oppure tramite i nostri partner catenifici che commercializzano tutta la gamma di catene e di articoli affini. Il 2019 è stato il nostro anno record per quanto riguarda il fatturato e anche per il canale ferramenta i numeri sono stati buoni. Il 2020 come possiamo ben immaginare è un anno particolare: Fare valutazioni al momento diventa difficile. Devo dire, però, che, tranne il periodo di lockdown in aprile dove logicamente eravamo chiusi e potevamo esclusivamente fornire i clienti della filiera considerata strategica, abbiano sempre lavorato a pieno ritmo e quindi per ora siamo soddisfatti.

 

Che tipo di supporto garantite a questi punti vendita?

Tra gli altri, forse il più interessante è la personalizzazione degli articoli apponendo direttamente il brand del cliente sul packaging. In questo caso il cliente emette l’ordine e, senza più pensieri, riceve il prodotto già pronto per essere venduto.

 

Può descrivere sinteticamente la vostra gamma di catene?

La nostra gamma di catena ha un diametro che va da 1,30 a 3,90 mm. Le famiglie più richieste sono la Genovese, la DIN 5685/1 (maglia lunga), la DIN 5685/2 (passo corto) e la catena non saldata. Vi sono poi altri modelli di catena con dimensioni particolari che ci vengono richiesti dai clienti e che produciamo per poi inserirli a catalogo. Tutte le catene possono essere personalizzate sia per finitura che per packaging come riportato nel nostro sito web. Particolari soddisfazioni sta dando negli ultimi anni la linea INOX sia nella versione AISI 304 che nella 316.

 

Tra queste quali sono i best seller nel canale delle Ferramenta?

Gli articoli più richiesti sono la catena genovese nichelata-ottonata e zincata nelle versioni bobinata e scatolata. Abbiamo infine gli spezzoni di catena a misura, anche già assemblati con minuterie, pronti per essere utilizzati per i loro campi di applicazione; questi vengono personalizzati ad hoc per ogni cliente che ne fa richiesta. 

 

Il punto sulle novità proposte quest'anno e qualche anticipazione su quelle che pensate di introdurre sul mercato nel breve e medio periodo

Come si diceva prima, causa epidemia da Covid-19, quest’anno è stato particolare e complesso. Non per questo però ci siamo fermati nei programmi di investimento e di crescita. Dal punto di vista del prodotto non abbiamo apportato nessuna novità a catalogo, mentre nel 2018 avevamo ampliato la profondità di gamma della catena genovese inserendo la N°19 e nel 2019 avevamo lanciato la finitura zincata a caldo. L’investimento per il 2020 non riguarda il prodotto, ma ha come obiettivo la sostenibilità ambientale. Abbiamo infatti ottenuto la certificazione ambientale e abbiamo ristrutturato l’immobile e alcuni processi produttivi per ridurre i consumi energetici e i rifiuti. Essere “Green” spesso è solo un modo di dire, noi invece abbiamo voluto esserlo veramente per permettere ai nostri clienti di acquistare prodotti sicuri e per ottenere un bassissimo impatto ambientale sul territorio che ci ospita. Oltre che crederci in prima persona confidiamo che sempre di più la clientela voglia acquistare da fornitori sostenibili e che quindi possa rivolgersi a noi in tutta tranquillità sapendo anche che troverà prodotti 100% Made in Italy, anzi meglio ancora… Made in Lecco!

 

 

Ultimi Articoli

image
15/10/2020

La situazione di incertezza, di insicurezza personale che stiamo affrontando ci stanno portando a chiederci se i modelli di business che hanno funzionato fino a ieri saranno ancora validi. Il n

...Leggi Tutto
image
02/10/2020

Il 2020 vede Grupa Topex tagliare il traguardo dei 30 anni di attività come gruppo e dei 10 anni di presenza sul mercato italiano. Abbiamo chiesto a Maurizio Verna Business Development Manag

...Leggi Tutto
image
28/09/2020

Uno degli effetti economici della pandemia è che sono emerse alcune delle fragilità delle catene di fornitura particolarmente lunghe, che prevedono tempi di approvvigionamento e di pr

...Leggi Tutto

Gli Speciali Web

Ferramenta Evolution

L'ALMANACCO delle FERRAMENTA